fbpx

Levigatura radicolare

La levigatura radicolare è il procedimento di rimozione del tartaro e della placca batterica che aderiscono alla radice del dente. Quando l’igiene orale quotidiana non è corretta o insufficiente, sulle superfici dentali si creano depositi di placca batterica che, se trascurati e non rimossi, possono calcificarsi e trasformarsi in tartaro.
Oltre che sul bordo gengivale, i depositi di tartaro nel tempo possono accumularsi anche sotto le gengive a carico della superficie radicolare dei denti, e causare quindi il distacco della gengiva stessa, tasche e problemi quali sanguinamento, gonfiore, infiammazione e dolore. Questo tipo di infezione batterica porta con il passare del tempo alla distruzione dell’osso che per il dente è il vero supporto.

Un osso compromesso causa la mobilità del dente e la sua prematura caduta.

La levigatura radicolare può essere eseguita dal dentista o dall’igienista dentale, allo scopo di bonificare i tessuti dall’attacco batterico e rallentare il più possibile l’evoluzione della patologia parodontale.

Quali strumenti vengono utilizzati per la levigatura radicolare?

La levigatura radicolare si effettua sempre sotto anestesia inserendo uno strumento manuale, cosiddetto ”curette”, all’interno del solco gengivale, e asportando tutto il tartaro e la placca batterica dalla superficie radicolare, fino ad ottenere una superficie liscia, ossia priva di tartaro e placca batterica. Tale trattamento prevede in maniera alternata, anche l’utilizzo di un strumento ad ultrasuoni, detto “ablatore”.

DOMANDE FREQUENTI:

1Perché c’è bisogno di fare la levigatura radicolare se ho già fatto una seduta di igiene orale professionale?
L’ablatore utilizzato dall’igienista per effettuare l’igiene orale professionale, asporta il tartaro sopragengiva, ma non riesce a pulire tasche parodontali più profonde. Quindi l’unico modo per rimuovere il tartaro annidato nelle profonde tasche parodontali è proprio la levigatura.
2E’ un trattamento doloroso?
No. Si tratta di un trattamento che viene effettuato in anestesia locale. Se prima o dopo il trattamento si è soggetti a sensibilità dentale (cosa del tutto normale), è consigliabile l’utilizzo di un dentifricio desensibilizzante che procuri una sensazione di sollievo.
3Bisogna fare visite periodiche?
È di fondamentale importanza rispettare le visite periodiche odontoiatriche ed i richiami di igiene orale professionale; questo consentirà la stabilizzazione della malattia parodontale.
WhatsApp chat
Visit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram